Prove di racconto


BzM9ug2CQAANULVSono stata invitata al” Festival delle generazioni “per provare a raccontare l’evento a Firenze tramite Twitter. E’ stato molto strano, onestamente, viaggiare con il badge “stampa” attaccato al collo, negli ultimi anni blogger/giornalisti sono legati da sfumature di complessità: ho nutrito fin da piccola un’autentica stima per il lavoro di giornalista, specialmente quando corrisponde prima di tutto alla responsabilità delle parole, pertanto la parola “stampa” mi creava un po’ di imbarazzo. Per me il “raccontare” è sempre qualcosa di sacro, al di là del mezzo con cui si faccia ( romanzi, blog e persino tweet) e poterlo fare per il “Festival delle generazioni” è stato un grande piacere e un percorso di gioia e crescita. Nelle strade deviate che ho intrapreso fin qui, c’è stata anche una stagione di festival, dove, a volte nella macchina organizzativa in supporto ad uffici stampa di vari Enti oppure al fianco di giornalisti, ho cercato di imparare in quelle occasioni come “muoversi” per dare attraverso le parole non solo la cronaca degli eventi ma anche la lettura personale degli stessi. Twitter è un bel veicolo in questa ottica: è immediato, permette di coniugare sul momento immagini , frasi, emozioni e riflessioni e ho constatato come anche le persone fisicamente lontane si siano sentite coinvolte in questa splendida esperienza.  Sono molto riconoscente a Marco Stancati e Francesca Zaffino per l’opportunità che mi hanno regalato e soprattutto per il dono che hanno di “credere” nelle persone, un aspetto incoraggiante e notevole. E ovviamente la mia famiglia, per il supporto che mi danno nelle avventure in cui ci immergiamo e gli amici per l’affetto e il calore con cui mi hanno seguito.

Raccolta dei Tweet > http://beta.trytweetbook.com/book/103769

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *