Pia, come la twitto io


Durante l’estate su twitter, grazie a TwLetteratura.org , sono stati proposti dei brani e dei quadri legati a Siena, città candidata a capitale Europea della Cultura 2019, i cui eventi sono segnalati con l’ hashtag #2019Si . Numerosi sono i personaggi che hanno animato l’iniziativa ( Carlo Cassola, Simone Martini, Mario Luzi, Santa Caterina e molti altri) e ho  pensato di avventurarmi in questo contest proponendo, in accordo con @TwLetteratura e Michela Eremita, coordinatrice dell’iniziativa , la lettura del Quinto Canto del Purgatorio, vestendo i panni di Pia de’ Tolomei (@Pia_Tolomei). E’ stata uTutti1-810x1024n’esperienza molto avvincente e per certi aspetti nuova. Ho cercato di contestualizzare la riscrittura del personaggio facendo attenzione al contesto: con #2019Si si sta cercando di raccontare un territorio attraverso personaggi e luoghi. Pertanto i giorni antecedenti la riscrittura su twitter del Purgatorio sono stati davvero  giorni intensi di studio appassionante. Vedendo che su twitter l’analisi del testo era portata avanti da numerosi utenti esperti, ho pensato di proporre la rilettura di Pia dei Tolomei su tre versanti che potevano intersecarsi in modo armonico con la lettura dantesca. Il primo aspetto ha riguardato l’approfondimento del la contesto storico, ovvero raccontare le donne, Siena, la vita quotidiana ai tempi di Pia. In secondo luogo dimenarsi tra le leggende e le supposizioni concernenti l’identità di Pia e infine affrontare l’attualizzazione della storia della nostra protagonista, come topos di donna vittima della violenza maschile. Poter vestire i panni di Pia in questo modo mi ha permesso di poter entrare in un vivace dibattito su twitter: la riscrittura del Purgatorio ha coinvolto numerosi utenti, con una notevole qualità di approfondimenti e varietà degli interventi. Pia, riletta e riscritta in tre giorni, è stata così amata e ricordata, come infondo chiede lei stessa al poeta nei versi che l’hanno resa immortale. In particolare sono stata molto colpita dalla passione che ha animato i partecipanti sul Purgatorio di Dante, e dall’amore che molti di loro nutrono nei riguardi di Pia de Tolomei. L’attualizzazione del messaggio di Pia portato avanti con ardore e fermezza, ha reso il messaggio della sua storia tristemente attuale, e importanti sono stati i contributi offerti dai lettori, come quelli di Paola Gigante, impegnata concretamente nelle attività della Casa delle donne di Terni inaugurata pochi mesi fa. Inoltre la staffetta tra i vari persongaggi e testi ogni tre giorni permette un dinamismo e una concertazione tale da rendere la comunità ancor più affiatata mantenendo alto l’interesse. Grazie a @Littera_tour abbiamo seguito gli “spostamenti letterari” dei personaggi su delle mappe interattive rendendo l’esperienza molto originale.
L’avventura di #2019Si è stata così arricchente sia sul livello personale ma anche comunitario: le interazioni, il supportarsi reciprocamente in questo progetto, le nuove opportunità che si schiudono sono elementi fondamentali per chi crede alla cultura come concreto elemento di rinascita del Paese.

Le raccolte dei tweet realizzate con @hitweetbook

Pia, come la twitto io http://beta.trytweetbook.com/book/102937

La ragazza di Bube http://beta.trytweetbook.com/book/103092

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *