La scuola di domani è già un po’ oggi


La partecipazione al corso “Coding in your classroom now” è stato per me il primo tentativo di coinvolgimento come “Animatrice Digitale” d’istituto in una formazione finalizzata e diffusa. Durante l’autunno 9 classi della scuola primaria avevano partecipato alle iniziative promosse dal MIUR sul coding con esiti positivi sia negli ambiti didattici sia a livello relazionale fra gli alunni e nel coinvolgimento dei genitori. Questa esperienza ha acceso e sollecitato la curiosità di altri docenti. Quando ho conosciuto attraverso Facebook nel gruppo degli AD questa opportunità formativa l’ho subito pensata molto accattivante per me: mi piaceva l’idea di approfondire il coding in una formula in cui il mio percorso di crescita fosse intersecato insieme a quello dei miei alunni. Inoltre la fruibilità del corso in modalità MOOC per quanto nuova, mi ha subito attratta perchè l’ho vista da una parte molto funzionale al mio stile di vita costellata di impegni familiari e lavorativi come molti colleghi, dall’altra l’ho sentita molto nelle mie corde perchè essendo basata molto sull’interazione online ho subito percepito la possibilià di un confronto ampio e attraverso strumenti flessibili sul percorso intrapreso.  Inoltre le lezioni programmate dal prof. Bogliolo e la visione di alcuni suoi interventi hanno suscitato la mia curiosità perchè ho trovato il suo stile comunicativo immediato, empatico anche nell’illustrare concetti complessi. Ho così proposto il corso promuovendolo sul sito d’istituto e facendomi aiutare nella diffusione dalle persone che mi affiancano nelle “Digital Team” puntando soprattutto su una comunicazione strategica basata su informazioni chiare e la creazione un clima di rassicurazione per quanto riguarda i timori legati soprattutto ai mezzi e alla piattaforma. In questa fase il lavoro di squadra è stato fondamentale così come la voglia di tutti gli insegnanti di mettersi in gioco. A ridosso del corso eravamo 29 iscritti con circa 20 classi coinvolte (400 alunni su un totale di 800): un numero davvero incoraggiante. Abbiamo così creato un gruppo Facebook che fosse di supporto ai docenti e una mailing list con la stessa finalità per chi non usasse i social. Entrambi gli strumenti si sono rivelati fondamentali soprattutto per prendere dimestichezza con Emma specie nella prima settimana in cui era “sovraffollata”. La disponibilità del prof. Bagliolo e il suo entusiasmo e rassicurazione sono stati per me fondamentali e ho cercato di riproporli anche nella mia piccola realtà.  Credo che quest’esperienza di formazione sia un’esperienza avventurosa sia molto significativa per noi come docenti e per gli alunni come percorso aperto e concreto in cui crescere insieme interagendo con la bella comunità che si è creata intorno al corso, capace di dare sempre stimoli interessanti. Infine nel nostro Istituto realizzandolo su ordini e plessi diversi, stiamo sperimentando un nuovo modo di lavorare in rete fra noi e oltre di noi che fa sentire la “scuola di domani” in parte già qui con noi oggi.

9f34f0f7e6060b0f374b71015636cd0622e3b1f9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *