“Fiabe Islandesi”


fiabeislandese_cover“Fiabe Islandesi” (Iperborea, 2016) è una raccolta di fiabe e racconti della tradizione orale islandese selezionate e tradotte dalla toscana Silvia Cosimini.

Le fiabe proposte rievocano miti, leggende e storie nelle quali sono riscontrabili archetipi di fiabe europee come “La bella addormentata” e “Biancaneve”. E’ una lettura scorrevole in cui saggiamente nella traduzione sono stati lasciate le tracce caratteristiche della tradizione orale. In questo dettaglio risiede anche la ricchezza di tale patrimonio letterario attingibile a tutti: la raccolta riporta l’attenzione del lettore sulle principali funzioni della fiaba come tentativo di spiegazione del mondo in ogni sua accezione, dai fenomeni naturali al comportamento umano, dall’organizzazione sociale alle relazioni umane, al rapporto con l’ineffabile. Nei racconti e nelle fiabe si proiettano così “manifestazioni di un inconscio condiviso e costruito su una simbologia di archetipi” come sottolinea Silvia Cosimini nell’interessante postfazione che arricchisce il testo.

Si procede nella lettura con curiosità e meraviglia, fra i richiami di altre fiabe e culture in un’ambientazione tutta particolare animata da troll, elfi, creature fantastiche con una natura vivente e partecipe.

Si intravedono in alcune fiabe i germogli delle grandi saghe che caratterizzano le letterature nordiche condite da una perspicace ironia che rende la lettura accattivante.

Infatti il grande filo conduttore della silloge è indubbiamente il paesaggio islandese con i suoi tratti a volte lunari e evanescenti. Il paesaggio in queste fiabe non è solamente uno sfondo incantevole, ma è protagonista eccellente e determinante negli intrecci narrativi. Inoltre è evidente quanto la particolarità del paesaggio costituito da mari, grotte, boschi misteriosi e anche solitudine abbia alimentato lo spirito creativo e immaginifico in una narrazione che si fa identità di una nazione dal consolidato legame con la terra.

Emerge quindi nei racconti che si susseguono una mappa geografica e umana di tipo narrativo che ci conduce alla scoperta di un popolo e di una natura imprevedibili, dove sacro e profano si avvicendano nella quotidianità dei personaggi.

La raccolta è inserita nella serie “Fiabe Nordiche” curata da Bruno Berni, ideata per riscoprire la grandezza della tradizione orale e popolare della letteratura nordica.

Fiabe Islandesi

Traduzione di Silvia Cosimini

pagine 224

Edizione Iperborea

Anno 2016

16€

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *