#CodeEu


Poco meno di un anno fa ho ricevuto la mail di una collega che stimo molto e che lavora nel mio istituto, dove mi linkava l’iniziativa de “L’ora del codice”: secondo lei era qualcosa che mi sarebbe piaciuto. Mi sono iscritta, ho iscritto la mia classe, ho imparato con loro, nel mio plesso eravamo in 6 classi e qualche classe nell’altra primaria. Nel frattempo ero stata individuata come AD e poco dopo a Gennaio ho promosso #Codemooc (per me indispensabile visto che ne sapevo poco più dei miei alunni) fra i colleghi , ci siamo adoperate per essere di supporto avventurandoci e divertendoci, via via in casa, con un bimbo di quasi 5 anni, i confini fra coding a scuola,coding in famiglia, coding in formazione, coding a lezione si stavano meravigliosamente sfumando. Nel frattempo imparavamo mentre imparavano i nostri ragazzi, sono aumentate così rapidamente classi e docenti coinvolte anche nella scuola dell’infanzia e primaria, consapevoli sempre di più dei motivi per cui “vale la pena” sperimentare e dare questa opportunità ai nostri ragazzi. Oggi un anno dopo per #CodeEu siamo davvero tanti nel nostro istituto. Sono davvero grata alle mie colleghe che hanno dimostrato entusiasmo e tenacia in questo, a questa comunità ricca di spunti e di “umanità” meravigliosa, agli alunni e alle famiglie che si sono mostrati da subito disponibili e sinceramente interessati. E grazie anche ai docenti che con la scusa del referente regionale mi hanno contattata (anche se in realtà erano tutti bravissimi e preparatissimi) perchè ho scoperto realtà e persone preziose nella mia regione. Stamani coi ragazzi abbiamo ripreso in mano alcuni percorsi per allestire parte delle attività previste per #CodeEu: la luce dei loro occhi e i loro sorrisi non possono essere contenuti in parole, per loro sta diventando un linguaggio naturale. Senza  il prof Alessandro Bogliolo tutto ciò non ci sarebbe stato, ma per fortuna è “vero” e oltre al coding abbiamo imparato un modo di stare insieme, di formarci, di intendere la scuola vivo, prezioso, importante, sottolineando che la scuola è davvero per tutti. #CodeEu è stata una bella settimana colma di iniziative volte a valorizzare tutte le sfumature del coding, ove ogni classe ha introdotto, sperimentato, “riscritto” il coding a propria misura in base a discipline e obiettivi sia didattici che di cittadinanza. …alla prossima sfida:)

2016-10-17-09-59-41

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *